News

21 aprile 2017

Il lavoro in somministrazione nel quarto trimestre 2016, dati INAIL

Nel quarto trimestre 2016 il numero di lavoratori somministrati (interinali) iscritti negli archivi INAIL aumenta del 3,1% rispetto al quarto trimestre del 2015. L’incremento interessa soprattutto la componente maschile con un aumento del 4,2% contro un incremento dell’1,4% della componente femminile.

Per ciò che riguarda i settori produttivi di impiego, escludendo le attività non determinate, la variazione maggiore, rispetto al quarto  trimestre 2015, si registra nel settore dei trasporti (+38%) comprensivo delle attività di trasporto merci, facchinaggio e magazzino. Subito dopo, per crescita tendenziale, vengono i settori dell’agricoltura e della pesca con variazioni su base annua superiori al 20%. Il contributo alla crescita complessiva di questi settori è, tuttavia, quasi nullo a causa della esiguità del numero di somministrati impiegati in questi settori. Altri settori che hanno registrato una crescita sostenuta sono quelli del commercio e riparazioni di auto (+22% circa), dell’istruzione (+21,4%) e dell’industria della carta (+11% circa). Una forte contrazione dell’occupazione in somministrazione si è verificata nei settori della Pubblica Amministrazione (-20% circa su base annua), nel settore alberghiero (-11%), nel settore dell’elettricità gas e acqua (-8%) e in quello dell’intermediazione finanziaria (-7,6%)

In aumento, in misura sensibilmente superiore al totale, il numero dei lavoratori assicurati all’INAIL per la prima volta tramite lavoro somministrato: sono circa 16 mila nel quarto trimestre 2016, con un incremento del 27% rispetto al quarto trimestre 2015.

 

clicca qui per il glossario delle note trimestrali

scarica la banca dati completa delle note trimestrali