News

1 giugno 2017

Nuove prestazioni odontoiatriche assistite e nuova procedura richiesta spese odontoiatriche

Nuove prestazioni odontoiatriche assistite

Dal 1° giugno 2017 la Tutela Sanitaria Ebitemp per le cure odontoiatriche si rinnova: alle prestazioni già assistite fino ad oggi, sono state aggiunte due importanti prestazioni di prevenzione. Ogni assistito avrà diritto al rimborso, secondo tariffario, di un’ablazione del tartaro all’anno e a quattro sigillature dei solchi all’anno (prestazioni rivolta ai bambini di età inferiore agli 8 anni, fiscalmente a carico del lavoratore)

L’introduzione di prestazioni di prevenzione rientra in una logica di maggior tutela della salute odontoiatrica del lavoratore: infatti un’ablazione del tartaro effettuata annualmente è il presupposto per mantenere i denti in buona salute e per il contenimento di spese future.

Come per tutte le altre richieste di rimborso della tutela sanitaria, inoltre, ciascun assistito avrà la possibilità di inoltrare le richieste di rimborso e di autorizzazione odontoiatriche/ortodontiche attraverso l’area riservata MyEbitemp, che elimina i costi di spedizione e offre la possibilità di controllare in ogni momento lo stato di avanzamento della pratica e i rimborsi già effettuati.

 

Nuova procedura richiesta spese odontoiatriche

Dal 1 giugno è stata predisposta una nuova procedura di richiesta rimborso per le spese odontoiatriche/ortodontiche (regolamento art: 8.2,8.3,8.4,8.5).

 

Per attivare l’assistenza delle cure odontoiatriche/ortodontiche, ogni assistito dovrà comunicare preventivamente l’inizio delle cure e richiedere l’autorizzazione (le cure di prevenzione odontoiatrica e pedodontica descritte sopra non necessitano di autorizzazione).

 

Cure odontoiatriche documentazione da allegare:

  • Modulo richiesta autorizzazioni cure odontoiatriche/ortodontiche
  • solo nel caso in cui il preventivo superi l’importo totale di € 300: ortopantomografia pre-trattamento con relativo referto, non anteriore a 30 giorni rispetto alla data del preventivo. Il costo dell’ortopantomografia sarà rimborsato dal fondo con un massimale di € 30.

Entro 3 giorni lavorativi ogni lavoratore riceverà l’autorizzazione all’assistenza ovvero il diniego motivato o la richiesta di eventuale documentazione mancante.

Per ottenere il rimborso l’assistito dovrà poi inviare al termine delle cure:

Cure ortodontiche documentazione da allegare:

Entro 3 giorni lavorativi ogni lavoratore riceverà l’autorizzazione all’assistenza, ovvero il diniego motivato o la richiesta di eventuale documentazione mancante.

Per ottenere il rimborso al termine delle cure l’assistito dovrà poi inviare al termine delle cure:

  • modulo richiesta rimborso cure odontoiatriche / ortodontiche autorizzate
  • copia del documento di spesa con l’indicazione del trattamento effettuato. In caso di cure di durata superiore a un anno, il documento dovrà riportare l’anno di cura cui si riferisce il saldo (esempio: saldo 1° anno di cure, saldo 2° anno di cure, ecc.);
  • altra eventuale documentazione richiesta in sede di autorizzazione.


IMPORTANTE:
le richieste di rimborso per cure odontoiatriche già in essere al 01/6/2017 potranno essere rimborsate inviando il documento di spesa contenente il dettaglio delle prestazioni eseguite e il dettaglio del “dente” oggetto delle stesse. Potranno essere rimborsate esclusivamente le fatture di saldo emesse durante il periodo di copertura dell’assistito e comunque con data anteriore al 31/08/2017.

Modulo richiesta rimborso spese odontoiatriche cure in essere al 1 giugno 2017

Le cure ortodontiche in essere al 01/06/2017 potranno essere assistite inviando il referto dello studio del caso ortodontico, le eventuali fatture di acconto e ogni altra documentazione utile ad attestare la cura in essere. Potranno essere rimborsate esclusivamente le fatture di saldo relative all’anno di cura in corso e con data anteriore al 31/05/2018. Il rimborso riguarderà un solo anno di cura.  Per avere assistenza per gli eventuali anni di cura successivi, l’assistito dovrà richiedere l’autorizzazione.

 

MODALITA’ DI RIMBORSO E LIMITAZIONI

Le modalità di rimborso rimangono invariate. L’importo da rimborsare sarà calcolato in base agli importi massimi previsti nell’apposito tariffario. Il massimale annuo rimborsabile per nucleo familiare è di € 2.000.

L’erogazione del rimborso prevede le seguenti limitazioni:

  • Il rimborso per cure di implantologia nella stessa posizione potrà essere richiesto nuovamente solo dopo che siano trascorsi tre anni da quello precedente;
  • Il rimborso per cure di protesica nella stessa posizione potrà essere richiesto nuovamente solo dopo che siano trascorsi tre anni da quello precedente;
  • Il rimborso per cure di conservativa nella stessa posizione potrà essere richiesto nuovamente solo dopo che siano trascorsi tre anni da quello precedente;
  • Non potranno essere assistite più di 5 otturazioni all’anno.

Per maggiori informazioni visita la sezione

Sorry, no attachments exist.